Un AtlEtico meno brillante del solito e non baciato dalla buona sorte, cede ai letali contropiedi del Globo

Grugiasco, 11/05/2019.

Globo-AtlEtico Taurinense: 2-1

Parziali:  [ 2-3  1-0 1-0 ]

Dopo un brivido per un tiro che sbatte contro la traversa, ci riprendiamo e cominciamo a renderci pericolosi nell’area avversaria. Un bello scambio fra i nostri porta Matteo in area, solo davanti al portiere, ma l’azione sfuma per l’intervento del numero uno di casa. Il gol arriva da un fallo laterale di Amine in area non trattenuto da difensore e portiere, ne approfitta Fili che insacca. (0-1) Il Globo reagisce e su una nostra distrazione difensiva, un avanti di casa si trova a tu per tu con Andrea che ribatte compiendo un miracolo. Di lì a poco, su altra conclusione, però, non può fare nulla e la compagine di Grugliasco pareggia. (1-1) Passa qualche minuto ed un passaggio dei padroni di casa apparentemente innocuo arriva in area senza che nessuno dei nostri intervenga. Purtroppo per noi, interviene un giocatore del Globo che la butta dentro. (2-1) I nostri non stanno a guardare e reagiscono subito con veemenza. Da fallo laterale, Jack mette in area un bel pallone sul quale si avventa Nick che realizza. (2-2) E poi, ancora dai piedi di Jack, arriva un passaggio perfetto per Ale che davanti al portiere non sbaglia. (2-3)

Il secondo tempo sembra abbastanza equilibrato, anche se le occasioni più nitide le abbiamo noi, come quando Fili imbecca Ale che, davanti al portiere, coglie l’esterno della rete. Poi, un passaggio sbagliato dei nostri innesca un attaccante del Globo che si ritrova, liberissimo, davanti ad Andrea il quale compie un intervento monumentale e salva il risultato. Purtroppo non riusciamo, come altre volte, ad arginare le ripartenze avversarie e qualche cosa concediamo sempre. Il Globo ha capito come farci male e con un contropiede da palla rubata a centrocampo, uno dei padroni di casa si invola verso Andrea che, stavolta, non può fare assolutamente nulla. (1-0) Adesso sono loro a premere, ma noi ribattiamo con orgoglio sfornando un’altra occasione nitida in cui Matteo impegna il portiere con un bel guizzo. A fine tempo rischiamo ancora e Fili con un grande intervento difensivo evita un passivo peggiore.

Inizia il terzo tempo con una grande azione di Jack che tira secco, ma centrale ed il portiere para. Ancora Jack si ritrova il pallone del vantaggio dopo un bel lancio di Amine, purtroppo la mira sbagliata. Anche Giacomo si dà molto da fare come sponda per i compagni ed è lui a servire un assist quasi perfetto per Nick che purtroppo scivola al momento del controllo. Segue un’azione tambureggiante dei nostri con tiro finale di Amine che il portiere sfiora con la punta delle dita e mette in angolo. Vogliamo segnare, anche se commettiamo troppi errori ed il Globo, come un falco, attende il momento giusto per castigarci. Fili spara, dopo un bel triangolo con Matteo, ma il portiere è attento. A cinque minuti dalla fine del terzo tempo rischiamo in maniera incredibile di prendere un gol perché come al solito ci dimentichiamo un avversario solo davanti ad Andrea, fortunatamente il tiro va fuori. Subito dopo Andrea si supera con un altro intervento pazzesco. Sul ribaltamento di fronte, sull’asse Jack-Fili prendiamo una traversa clamorosa, ma la legge non scritta del calcio è spietata e a meno di un minuto dal termine un tiro di Fili ribattuto alla grande dal numero uno grugliaschese, innesca la loro ennesima ripartenza, i nostri non riescono a fare filtro ed un giocatore di casa a pochi secondi dal fischio finale diventa l’eroe di giornata per la

sua squadra, approfittando di un pallone che gli arriva fra i piedi al momento giusto. (1-0)

 

L’ANGOLO DEI PAPA’

Questa volta ho aspettato un po’ prima di scrivere l’articolo. Ho preferito rifletterci un po’ su, a mente fredda, evitando di farmi influenzare dalla delusione del momento e da alcuni commenti negativi, alcuni al limite del catastrofico, sentiti qua e là a fine gara. Quello che penso (e stavolta qualcuno forse sarà in disaccordo) è che ci sono due modi di valutare il lavoro dei mister e l’annata che sta volgendo al termine.

Il primo è dando spazio a quel desiderio che molti di noi papà (e non solo) abbiamo di voler vedere vincere sempre i nostri ragazzi e magari senza vederli sbagliare nulla ed anche attraverso un gioco spettacolare, tipo Ajax o Barcellona. Cosa a volte possibile, a volte no. In fondo, questa settimana, alcuni giocatori importanti non sono stati bene ed hanno avuto poco tempo per recuperare e probabilmente, se l’ultimo nostro tiro fosse entrato in porta o la gara fosse terminata qualche secondo prima e non avessimo subito l’ultimo gol, adesso non saremmo qui a patire, ma a gioire per il primato. Il calcio è così e si cresce anche e forse soprattutto, attraverso queste giornate storte. Senza contare che il Globo ha saputo capire i nostri punti deboli ed approfittare dei nostri errori in maniera perfetta. Capita.

E poi c’è un altro modo di vedere le cose. Quest’anno, la nostra squadra è cresciuta complessivamente, sia nei ‘senatori’, sia nei giocatori che faticano di più e questo grazie al lavoro dei mister che piano, piano, stanno costruendo un bel gruppo e stanno mettendo le basi per il futuro. Perché la società dell’Atletico abbia fondamenta forti e si faccia valere nei prossimi campionati Figc in cui la classifica, a differenza di ora, avrà grande rilevanza. Se la si vede in quest’ottica, allora si vede il bicchiere mezzo pieno e si riescono ad apprezzare i passi avanti fatti attraverso lavoro, passione, alcune amichevoli di spessore, l’esperienza entusiasmante di Latina. Si riesce a notare il desiderio di una società giovanissima di crescere nel suo insieme, dal punto di vista dirigenziale ed anche tecnico, attraverso i corsi per allenatori che tutti i mister stanno seguendo con passione e sacrificio. Certo, c’è ancora molto da fare prima di diventare una squadra imbattibile. Dobbiamo migliorare alcuni schemi in cui siamo vulnerabili, gestire meglio le gare difficili, eliminare amnesie e timori contro le squadre forti, curare di più l’aspetto atletico, ma per arrivare lassù, non manca molto e vedo che lo staff ce la sta mettendo tutta. Quindi, per oggi, preferisco sotterrare l’ascia di guerra del papà mai soddisfatto e sostenere la società.

.….ma solo per stavolta, i mister sono avvisati !  Vi teniamo d’occhio

#sempreforzAtlEtico

Atletico Press @ Riccardo Brosio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi