Ancora un successo casalingo col massimo punteggio per le ragazze giallo-nere E stavolta contro una formazione non facile da affrontare che all’andata ci aveva strappato un set

Torino, 20/01/2020.  Atletico Taurinense – Unisport Cavagnolo: 3-0

Parziali [25-19; 25-19; 25-21]

Prende il via questa sera il girone di ritorno della Regular Season con un incontro sulla carta abbastanza impegnativo per le nostre ragazze. L’inizio gara è posticipato di 15 minuti rispetto al solito orario per dare modo alle avversarie di raggiungere il Palazzetto, pertanto alle 19:00 l’arbitro di rosso vestito può esibirsi nel plateale fischio di inizio delle ostilità che invita le ragazze a radunarsi al centro del campo per i saluti di rito. ‘’ciao…ciao…ciao…ciao…ciao…..oooooooooo ooooooooooooooooooooooooo 1!! 2!! 3!!! Struzzeeeee’’ Si parte, Con Elisa in posto 1 e Cassoli sulla diagonale, Giorgia e Sofia centrali, motorino Marty al palleggio e Arianna opposto. Partenza come sempre un po’ timidina, Elisa serve bene, ma poi un pasticcetto al centro del campo consegna il primo punto a Cavagnolo. Cassoli, nonostante il dolore alla schiena prova a martellare da posto 4 e ne esce un diagonale vincente che ci ridà il servizio; ma Giorgia lo sbaglia.. e va beh… tranquille dai, c’è tutto il tempo. Marty va al servizio e centra un Ace, e nella giocata successiva trova Sofia in primo tempo che non sbaglia. Parziale 4-2 La n° 42 ospite è un’arma pericolosa sia sotto rete che da fondo campo e quando va lei al servizio ci infila 3 ace di fila mandando nel panico la nostra ricezione. Alterniamo belle giocate a momenti di distrazione (un caso eh.. mai successo.. ), ma tra una ace e una schiacciata restiamo sempre li a qualche lunghezza di distanza. Il turno di Giorgia è il più produttivo del set, anche lei, un po’ invidiosa della n° 24, carica il destro e annichilisce la difesa avversaria con
3 ace. Marty Cassoli è visibilmente sofferente e allora tocca ad Ilaria rilevarne il posto. Cavagnolo prova a tappare le falle, ma al turno di Arianna le ospiti si devono arrendere. Ha proprio ragione Betta quando dice che le ragazze sono nei ruoli intercambiabili, infatti quando va Arianna in battuta che fa? 3 ace anche lei, e andiamooooo… e dopo un recupero pazzesco di Lalla in tuffo la chiude Elisa con un bel diagonale a fondo campo. 25-19 Un po’ sofferta ma è andata. Primo set vinto. Si riparte nel secondo set con lo stesso assetto del primo con Ilaria al posto di Marty Cassoli tenuta precauzionalmente a riposo. A parte un primo strappo inziale che vede Cavagnolo portarsi avanti di due lunghezze per il resto è un set che ci vede sempre in assoluto controllo. Qualche errore di troppo al servizio viene ben compensato dagli ace potenti e devastanti che mettono al tappeto le avversarie (ne conteremo a fine set 4 di Ilaria, 3 di Giorgia e 2 a testa per Elisa e Sofia). A fine gara Mr Dario evidenzierà questo aspetto, se a quelli che sembrano essere troppi errori al servizio fanno da contraltare un numero doppio di ace il bilancio è positivo e quindi in linea con le aspettative. A fine gara sarà così. A metà set la panchina Giallo-nera opera un cambio strategico: Dario e Betta invertono le posizioni del palleggio e dell’opposto inserendo Giulia al posto di Arianna e Vale al posto di Martina Carrea. L’equilibrio di squadra non cambia, dopo una prima fase di assestamento dove sembriamo perdere un po’ in lucidità e velocità di esecuzione, l’organizzazione viene fuori e ricominciamo a macinare gioco. Chiudiamo anche questo set 25-19 grazie ad un errore al servizio sull’ultima palla da parte delle nostre avversarie.
Il terzo set è quello più problematico sotto tutti i punti di vista; prima di tutto perché a partire dalle 19:55 si verificano alcuni black-out del sistema elettrico (scopriremo a posteriori che il quartiere di Pozzo Strada è rimasto al buio per diversi minuti), ma fortunatamente durano qualche frazione di secondo, giusto il tempo di dare noia alla n° 24 avversaria nel suo turno di battuta (anche IREN tifa per l’AtlEtico Taurinense) Poi a seguire si verificano alcuni black-out anche nel gioco giallo-nero. Soprattutto a metà set quando sotto rete va in scena il duello da mezzogiorno di fuoco tra Giorgia e la n° 24: è un duello fatto di contese su palle aeree a filo rete, di tentativi di attacchi centrali e di murate a ripetizione. Non è dato sapere se sotto sotto se ne siano anche dette li a stretto contatto, ma agonisticamente parlando la disputa è stata davvero avvincente. Però non copriamo adeguatamente gli spazi dietro il muro e loro hanno facilità a trovare i buchi giusti E’ un momento di difficoltà, serve trovare gli adeguati correttivi per neutralizzare il vantaggio che Cavagnolo stà acquisendo sia dal punto di vista mentale che di punteggio. Dario chiama un time-out, siamo 15-14, si sono avvicinate un po’ troppo… ma il break non ottiene l’effetto sperato e al rientro in campo Cavagnolo se ne va inesorabilmente fino sul 15-20 Altro time-out. Ritrovare la calma e il gioco. Obiettivo numero uno. Ilaria prova a darci un po’ di respiro ma loro riconquistano subito palla e siamo 16-21. E qui, signori, sale in cattedra Giorgia Benghi. Apre la lezione universitaria con un pallonetto delizioso e perfetto nell’esecuzione e il ghigno soddisfatto di Giorgia la dice lunga.. Chi c’era al di la della rete?? Ma ceeeeerto… la 24. Tiè!!! Poi dispensa brividi e soddisfazioni da fondo campo; va al servizio: Ace… boooom!!! Ancora un servizio: Ace….. Booom!!! Cavagnolo corre a ripari.. Ferma un attimo…. Time-out Si ritorna in campo, Giorgia al servizio: Ace!!! ‘’e che c..’’ oops ..scusate ‘’e che diamine!!’’ Cavagnolo non ci stà capendo niente e per di più ha finito anche i break. Dove non arriva Giò ci pensa Elisa e con un diagonale stretto micidiale nei tre metri ci tiene sempre li, senza cedere un centimetro, senza mollare una virgola.
Abbiamo fatto una rimonta pazzesca, 7 punti di fila e abbiamo tra le mani la palla del match. Chi va al servizio? Ma Giorgia naturalmente… tre o quattro ceffoni al pallone per farlo rimbalzare per terra, sguardo veloce al di la della rete…. Dove sei?… Ah.. Eccoti li 24… Palla lanciata in alto, polso ben teso… sbam!!! La palla sibila nel campo avversario e…. Eheheheheh… eh si… Aceeeeeee!!!!!! 25-21 E’ successo anche stavolta. Quando le speranze sembravano ormai al lumicino, è venuto fuori tutto il carattere AtlEtico, quello che fa battere i cuori di mamme e papà, che puntuali scappano dai rispettivi posti di lavoro per correre a tifare le loro beniamine. Bravi i nostri allenatori Dario e Betta che anche nel momento di difficoltà della squadra hanno voluto perseverare, dando fiducia a chi fin qui ha giocato meno; fiducia ben ripagata che sicuramente darà sicurezza a tutto il gruppo.
Che bel momento. Godiamocelo tutto! E continuiamo a sognare. Mai come quest’anno….. SI PUO!!!
#struzzeforzAtlEtico
 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi