Bruino, 26/10/2019. Academy Torino Futsal – Atletico Taurinense: 8-4

Dopo l’inizio di campionato che volevamo dai ragazzi con due belle vittorie è arrivata la prima battuta di arresto contro la squadra rivale per eccellenza degli ultimi anni: la rinnovata Academy Torino Futsal.

Gli avversari ci ricevono sul sintetico del palazzetto di Bruino, praticamente è trasferta anche per loro che hanno dovuto lasciare lo storico indoor in erbetta sintetica della Trecate. La spiacevole sorpresa è stato il biglietto d’ingresso di 4 euro, onestamente la prima volta per le partite delle giovanili di Calcio a 5: lo stesso prezzo che si paga per qualche partita in Campionato A2.

La squadra degli avversari si presenta modificata rispetto all’anno passato con innesti importanti provenienti, ad esempio, dal disciolto Sportiamo e cessioni illustri come il portiere arruolato nello L84; vedremo cosa ne è uscito, ma sappiamo già che il loro punto di riferimento, il capitano Alessandro Schettino, sarà presente ed in forma. La partenza ci vede in campo con Manuel tra i pali, Mattia Meoli centrale difensivo, Ricky e Stefano Zago laterali e Matteo punta, ed è subito guerra: dopo 40” Schettino si presenta con una bomba dalla distanza che coglie in pieno il palo, immaginiamo che questa sarà la musica da ora in avanti. Si osserva subito la sicurezza nel possesso, buona velocità e precisione in un giro palla che parte dal capitano ma coinvolge i compagni in un dai e vai delle ali, transito dal centro e ritorno circolare; noi seguiamo in fase difensiva a zona ma non riusciamo ad essere altrettanto efficaci in costruzione. Ci bucano sugli sviluppi di un corner con Schettino che trova un suonante palo interno con magnifico tiro dalla distanza. I torelli vorrebbero replicare ma sono frettolosi, soffrono il pressing alto degli avversari e buttano via diverse palle con lanci improbabili per un Matteo sempre marcato e spesso raddoppiato. I padroni di casa spingono sull’acceleratore, alternano tiri in porta dalla distanza e tentativi di filtranti sul secondo palo, alla fine trovano il raddoppio su tap-in dopo respinta di Manu ed il tris con una bella azione corale ed un giro palla che libera l’uomo sotto porta per la stoccata finale: siamo a 3-0 al 7’. Il loro gioco non è pulitissimo però, i falli si accumulano e Stefano coglie l’opportunità su punizione per una barriera che lascia passare il suo tiro: 3-1, ma questo sarà il solo tiro tra i pali della porta avversaria in tutto il primo tempo, per il Futsal ne abbiamo contanti più di quindici! Inizia una fase di disorientamento per i nostri ragazzi, non riusciamo a costruire e palesiamo timore per il pressing alto degli avversari, ci vogliamo liberare della palla piuttosto che fare quello che con squadre meno forti ci riesce naturale; il mister Daniele, oggi da solo in panchina, ricorre al time-out per spezzare il ritmo. Alla ripartenza però cambia poco, i nostri ragazzi diventano nervosi e più fallosi, forse per farsi sentire sulle gambe degli avversari e, dopo una parata miracolosa di Manu sull’ennesima bomba di Schettino, subiamo altre due reti. Il coriaceo 10 avversario viene pescato libero in posizione centrale, bella la girata e la battuta a fil di palo imprendibile per Manu che, poco dopo, rimette in gioco fallosamente indietro verso il corner per Zago. E’ punizione di seconda dal limite area, Schettino incute troppo timore per stare fermi in barriera e la palla passa sotto di questa e tra le gambe di un portiere onestamente sorpreso. Finisce un primo tempo da dimenticare, siamo sotto 5 a 1, ma praticamente non abbiamo giocato, ovvero …. non ci hanno fatto giocare.

Ritorniamo dagli spogliatoi con Jack, Nicola, Matteo, Mattia Meoli e Manuel in porta schierati per rimettere in piedi un incontro troppo in salita. E’ subito pressione, stesso copione della prima frazione, non costruiamo e liberiamo con fretta ed imprecisione; così su errato filtrante di Mattia costruiscono una ripartenza in superiorità servendo l’uomo libero al centro che batte sicuro davanti a Manuel per il 6 a 1. Passano ancora con fortuna per una deviazione di Jack su staffilata da fuori area e poi un malinteso tra Nic e Mattia si trasforma in un passaggio vietato verso il nostro portiere che viene punito con un’altra punizione di seconda. Ne esce un tiro che filtra e rimpalla tra barriera e difensori finendo in rete per un impietoso 8-1 soltanto al 10’ della ripresa. A questo punto ci viene incontro il Mister del Torino Futsal sostituendo il capitano e l’ottimo 10 che erano con minutaggio pieno fin a questo momento; il bilanciamento cambia immediatamente e riusciamo finalmente a prendere un po’ d’iniziativa anche noi. E’ Nico a scuoterci con una bella rifinitura precisa e puntuale di destro su una palla filtrante in una difesa disattenta; un’iniezione di fiducia ci voleva proprio!

Riusciamo a fare i nostri 5’ di gioco contro un avversario che per contenerci ricorre troppo spesso al fallo, così Jack, Zago e lo stesso ottimo Nico trascinano i torelli e creano buone occasioni in uno scenario ormai di squadre aperte. E’ Matteo a ridurre ulteriormente sugli sviluppi di un tiro di Jack ribattuto corto, siamo 8-4 con il bonus falli esaurito per entrambe le squadre, così al 15’ ritorna in campo Schettino ed il Mister Dani comanda la marcatura ad uomo per questo finale di partita. Sono i falli a determinare gli ultimi gol: noi abbiamo due occasioni di cui una trasformata da Stefano, loro colgono un incrocio di pali esibendo forse eccessiva sicurezza.

Questa partita mai in discussione finisce così meritatamente 8-4 per l’Academy Torino Futsal, una squadra che non abbiamo saputo contenere quando giocava al suo 100% e che si è dimostrata tecnicamente e tatticamente più forte di noi. La sicurezza che un giocatore eccellente e qualche altro ottimo elemento sono riusciti ad infondere sui compagni creando una compagine compatta ha prevaricato la nostra capacità organizzativa e l’autorevolezza dimostrata contro avversari più deboli. Non possiamo rimproverare poco impegno ai nostri ragazzi ma questa lezione servirà sicuramente a tutti per auto-valutarsi più correttamente e lavorare sulle criticità. Un plauso a Nico, forse l’unico che oggi ha mantenuto il rendimento e la consueta determinazione nonostante l’avversario.

Forza ragazzi, servono anche le sconfitte!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi