Campus, 13/10/2019. Atletico Taurinense – Polisportiva Druento: 5-2

Alla prima uscita stagionale degli Under 19 di mister Rea le aspettative erano diverse da quelle viste in campo domenica mattina nelle mura amiche del campus contro la Polisportiva Druento, una squadra che sulla carta e dagli anni passati ci aspettavamo fosse mal organizzata e di poca qualità.

Per l’occasione si presenta un pubblico molto affollato sia per i padroni di casa che per la squadra ospite arrivata a far visita alla fortezza della Taurinense con buone ambizioni; Gaudino e compagni devono fare a meno degli ancora squalificati Lamanna e Pallavidino, dell’ancora infortunato Vascon (ormai quasi un anno) e dal non convocato Railean per problemi di tesseramento(ahimè out fino a fine novembre) che comunque erano in tribuna a tifare per la squadra. E’ la prima partita ufficiale dopo l’ormai risaputo trasferimento del nostro ex capitano e talento dell’AtlEtico Yamoul all’L84. La squadra per i due terzi è nuova grazie all’arrivo dei nuovi acquisti Prudente, Obaseki, De Agostini, Railean e Catalano giunti con l’intenzione di fare bene e dare il loro contributo nel raggiungere l’obiettivo ben chiaro fin da inizio stagione cioè la qualificazione alla prossima Elite. Oggi è venuto a darci una mano anche un classe 2000 della Under 21(de Viti).

Alle ore 11 dunque si da il via alla gara con il quintetto schierato dal mister: Prudente trai pali, Gaudino centrale, De Viti e Laurino esterni e Specolizzi pivot. Il Druento parte chiuso a quadrato nella sua metà campo, marca a zona e ci aspetta giocando solo sulle ripartenze dei loro due esterni alti che sono molto pericolosi; è un inizio di gara molto lento, noi facciamo girare palla troppo lentamente e loro ci aspettano chiusi prima a quadrato e poi a rombo: alterneranno spesso questi due schieramenti di gioco in fase difensiva nel corso della partita. Al minuto 13 sono gli ospiti a passare in vantaggio su un calcio d’angolo dove la difesa dell’AtlEtico è distratta e poco attenta ad uno scarico al limite dell’area e ad un tiro che si stampa sul palo e poi finisce in rete; Rea in panchina è una furia e inizia a fare rotazioni in campo cambiando Chri per Fede e Brian per Pietro e chiede alla squadra di fare girare la palla più rapidamente. La scossa la dà Obaseki che con la sua fisicità in campo scombussola il castello difensivo del Druento, recupera palla in difesa, serve De Viti che a sua svolta serve in area, solo davanti all’estremo difensore ospite, Specolizzi che non può sbagliare ed è 1 a 1 al 17’. Il mister avversario quindi chiede time out, Rea fa entrare Nico per Speco e la squadra ospite si rende pericolosa con due-tre contropiedi sventati dal recupero dei nostri difensori; esce Brian ed entra Amine, noi siamo pericolosi solo con un tiro dal limite di Nico che il portiere devia in angolo e poi allo scadere arriva il 2 a 1 per noi con una rimessa laterale in attacco battuta da Riki(da poco in campo) che serve Nico con un tocco e tiro il quale finisce dritto sul 2 palo dove si trova pronto Amine per spingere in rete.

Il secondo tempo riparte con Martuscelli in porta, De Viti centrale, Amine e Guaglione laterali e Specolizzi pivot. La squadra ospite sembra aver cambiato carattere e viene a pressarci un po’ più alto concedendoci però potenziali palle goal in contropiede non sfruttate a dovere dai nostri velocisti  Simo e Nico. La terza ripartenza sbagliata ci è fatale: Gabri rinvia una palla sui piedi di Nico, il quale però non controlla bene e favorisce il Druento che in 3vs1 non perdona e infila il nostro portiere per il 2 a 2 al 5’. Rea non sta più nella pelle e toglie Amine per Fede e il non-entrato in campo Nico per Brian: l’AtlEtico inizia a giocare meglio, fa girare palla leggermente più veloce e il Druento è costretto ad abbassarsi e a chiudersi nella sua metà campo come inizio primo tempo. In quei 10-15 minuti di discreto calcio, confezioniamo ottime palle gol colpendo diversi pali dalla distanza, prima con Fra e poi con Brian ma la palla non vuole entrare tra i due montanti; esce Simo per Chri, Fra per Nico e Fede per Riki. Al minuto 20 finalmente il risultato si sblocca a nostro favore con un’ottima ripartenza di Nico che, servito da Gabri, apre sulla destra per Chri che da posizione defilata ma solo davanti al portiere non sbaglia ed è  3 a 2; due minuti dopo è il momento di Riki che da centrocampo stoppa la palla, prende la mira senza venir pressato e calcia una mina sotto l’incrocio(togliendo la polvere) al portiere addormentato della squadra avversaria: 4 a 2 per noi! Sullo scadere c’è ancora tempo per il 5 a 2 dove Nico serve Amine in fascia che mette in mezzo per Simo(entrato per Brian) ma il difensore anticipa tutti beffando anche il proprio portiere e facendosi autogol: l’arbitro fischia la fine ed è vittoria per la squadra. Presupposti per questa settimana: lavorare di squadra per essere più uniti  in campo, passarci di più la palla e soprattutto imparare a stare più zitti in partita, lavorare sodo e bene per non fare indigestione di toma e preparare al meglio la prossima gara a Lanzo contro il Val d lans, una squadra conosciuta ormai ma tosta e imprevedibile.

SempreforzaatlEtico!!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi